La Rai lancia 4 nuovi canali sul suo portale

«Siamo tra i 10 portali più cliccati del nostro Paese e nelle singole categorie veniamo battuti puntualmente solo dai motori di ricerca». Alberto Contri, l'amministratore delegato di Rai.net, il portale internet della Rai, snocciola soddisfatto cifre e programmi sulla crescita della consociata Rai: «Per il 2007 apriremo quattro nuovi canali internet a target differenziato di programmi Rai già andati in onda: Tric e trac, cartoni animati ma non solo per piccoli tra i 4 e gli undici anni, zoom il meglio del web tv Rai scelto per voi per una fascia d'età dai 25 ai 54 anni, Cult, spettacoli di comicità e intrattenimento. E, infine, Dolce vita, dedicato al tempo libero e al benessere». Che vanno ad aggiungersi al portale di video on demand già esistente.
Grande espansione, dunque. Del resto lo sviluppo di Rai.net nel 2006 è stato sensibile, ossia più 50 per cento rispetto a dodici mesi prima. In due anni di sperimentazione del portale si sono collegati a Rai.net quasi tre milioni e mezzo di utenti, 711 milioni il totale di pagine viste. Quali sono i costi per l'azienda? Ridotti. Rainet influisce sul budget di Viale Mazzini per lo 0,2 per cento. E la soddisfazione è che per una volta la Rai ha preceduto la Bbc. La tv inglese ha infatti solo da poco aperto un portale analogo. Un aspetto che rende ancora più orgogliosi quelli di Rai.net.