Rai-Mediaset: «Le opportunità del digitale»

da Roma

Il duopolio Rai-Mediaset non piace al presidente dell’Authority Corrado Calabrò che ieri nella relazione al Parlamento ha messo in luce «l’anomalia del panorama televisivo italiano guardando anche al futuro, alle promesse del digitale terrestre e della convergenza fra tv e tlc». I due gruppi televisivi rastrellano infatti, secondo i numeri dell’Authority, i tre quarti dei ricavi del sistema. Ora questo duopolio è minacciato dalla tv digitale terrestre che apre nuove possibilità. E dunque, secondo Calabrò, «la legge Gasparri rispetto a questi scenari può apparire sotto alcuni aspetti un po’ arretrata». Ora l’Authority dovrà chiedersi «se e come disciplinare i nuovi mercati. Tra cui spiccano quello della pay tv sul digitale terrestre e i contenuti televisivi che transiteranno su piattaforme Adsl».