«In Rai un servizio che rilevi la qualità»

Per la Rai è necessario un sistema di verifica della «qualità dei suoi programmi» che si affianchi al sistema della semplice rilevazione dell'audience. È quanto hanno sottolineato sia il presidente dell'Autorità per le Comunicazioni, Corrado Calabrò, che il neopresidente della commissione di Vigilanza, Paolo Gentiloni, secondo cui il nuovo organismo di misurazione della qualità dovrebbe essere «completamente separato dall'Auditel che ha altre finalità» e dovrebbe coinvolgere nella sua realizzazione «la stessa Rai, l'Authority e la commissione di Vigilanza».