La Rai sospenda «Liberi di giocare»

«Sospendere la seconda puntata della miniserie Liberi di giocare con Pierfrancesco Savino e Isabella Ferrari su Raiuno, perché denigra, mortifica e offende il lavoro duro e difficile delle donne e degli uomini del Corpo di polizia penitenziaria». A chiederlo è Donato Capece, segretario generale del Sappe, Sindacato autonomo polizia penitenziaria, con una nota ufficiale inviata al presidente della Rai Claudio Petruccioli. Per Capece, «tantissimi poliziotti si sono sentiti offesi, mortificati e umiliati per come la finzione ha rappresentato il loro lavoro».