La Rai vince l’esclusiva F1: bolidi in diretta sino al 2012

Nella guerra tra emittenti televisive, la Rai ha vinto una battaglia importante: quella per aggiudicarsi i diritti alla trasmissione in diretta delle gare automobilistiche di Formula 1. L’annuncio è stato dato ieri dal direttore generale della Rai, Alfredo Meocci, il quale ha raccontato che «il direttore dei diritti sportivi Rai, Antonio Marano, mi ha comunicato che l’azienda ha partecipato all’offerta internazionale aggiudicandosi, in esclusiva per l’Italia, le gare del campionato mondiale piloti di formula 1 per altri cinque anni», cioè fino al 2012, visto che la Rai già aveva i diritti fino al 2008. «La trasmissione delle gare di F1 - ha concluso Meocci - si inquadra nella strategia del servizio pubblico, che io condivido in pieno, che è quella di assicurare agli italiani gli eventi più importanti, senza tuttavia impegnare le risorse della Rai oltre il lecito». Su questo punto, il dg Meocci ha anche smentito d’aver espresso critiche nei confronti del suo predecessore Flavio Cattaneo: «Non rientra certo nel mio stile e non comprendo l’artificiosa contrapposizione che è stata creata fra la presente gestione e quella precedente».