Raid di Israele contro Hamas: arrestato ministro per l'Istruzione

E' la seconda volta che Shaer è arrestato dalle truppe di Tel Aviv. Fermatialmeno trenta esponenti di spicco del gruppo palestinese tra cui deputati e sindaci

Nablus - Le truppe israeliane in Cisgiordania hanno arrestato questa mattina più di 30 importanti esponenti di Hamas, tra cui il ministro per l’Istruzione Nasser Shaer e alcuni deputati e sindaci. L’operazione militare eseguita da Tsahal rientra nell’ambito dell’offensiva israeliana contro il gruppo radicale palestinese, dopo la ripresa del lancio di razzi Qassam contro obiettivi dello stato ebraico. L’esponente di Hams più in vista, tra quelli arrestati, è il ministro per l’Istruzione Nasser Shaer, considerato un pragmatico del movimento. La moglie Huda ha detto che i soldati hanno chiesto di entrare nella loro abitazione e lo hanno portato via. I militari hanno anche sequestrato il suo computer. È la seconda volta che Shaer viene arrestato in un raid contro Hamas. Le truppe israeliane hanno fermato anche l’ex ministro Abdel Rahman Zeidan, i deputati Hamed Bitawi e Daoud Abu Ser, i sindaci di Nablus, Qalqiliya e Beita, Adli Yaish, Wajih Qawas e Arab Shurafa. I militari inoltre hanno cercato invano Ahmed Haj Ali, parlamentare di Hamas residente a Nablus. «Gli arresti di questi leader inviano un messaggio alle organizzazioni militari a cui chiediamo la fine del lancio dei razzi», ha detto il ministro della Difesa Amir Peretz a Radio Israele.