Raid nelle strade: sassi, lacrimogeni e feriti

Milano un pomeriggio in balia degli ultrà. Tra assalti ai commissariati, caserme, forze dell’ordine e caccia all’uomo, in questo caso operatori dell’informazione, aggrediti e picchiati appena individuati. Per la cronaca sono di fede interista, ma è poco più che un dettaglio. Sono ultrà e questo basti. Che poi casualmente tifino per questa o quella squadra è secondario. Come è secondario il motivo per cui hanno percorso le strade urlando slogan truculenti contro i giornalisti, contro le forze dell’ordine, inneggiando alla morte di Raciti e insultandone persino la moglie. Ieri casualmente protestavano per la morte di un tifoso laziale, ma anche questo è un dettaglio. La loro azione è iniziata verso le 15, quando ormai il piazzale di San Siro si sta vuotando dei tifosi dopo che il ministero degli Interni (...)