Raid razzista a Guidonia Arrestati alcuni ragazzi

Due ragazzi italiani, di 21 e 24 anni, sono stati arrestati per i reati di tentata rapina, lesioni personali, minacce e danneggiamento, con l’aggravante di aver agito per motivi di discriminazione razziale. È successo a Guidonia, dove nei giorni scorsi una coppia di fidanzati è stata aggredita da un gruppo: lui è stato rinchiuso nel bagagliaio dell’auto, lei violentata. Due giorni fa, dopo la notizia dello stupro, un gruppo di ragazzi italiani, tre o quattro, si è presentato all’ingresso del bar Centrale, in piazza Alberto dalla Chiesa, dove si trovava un albanese che è stato prima aggredito verbalmente con frasi razziste, successivamente minacciato dai ragazzi nell’intento di farsi consegnare il cellulare, poi percosso. Nel locale erano presenti altri quattro albanesi, parenti dell’aggredito che, sentendo le urla sono intervenuti mettendo in fuga gli aggressori. Questi ultimi avrebbero però chiamato alcuni amici e, poco dopo, un folto gruppo di ragazzi ha fatto irruzione nel locale: danneggiando alcune porte e rompendo alcuni vetri, il gruppo si è scagliato contro i quattro albanesi. Sono intervenuti la polizia e il personale della Digos, presente in zona per una manifestazione indetta da Forza Nuova per protestare contro i recenti episodi di violenza.