Raid vandalici contro i partiti

Sono conosciuti come Peppone e don Camillo, anche se con i celebri personaggi di Guareschi non hanno di certo in comune la bontà d'animo. Gruppi di ignoti che durante la notte scorrazzano per la città, chi a scrivere contro il sindaco di Rifondazione Angelo Zaninello, chi a strappare i manifesti di centrodestra. Svastiche, falce e martello, simboli di anarchia sono apparsi così sui muri di Cinisello Balsamo in concomitanza con il furto di uno dei pannelli realizzati dal Comune in occasione dei festeggiamenti dell'anniversario della Repubblica, sui quali sono riportati alcuni articoli della Costituzione. In piazza Italia è «scomparso» l'articolo 5 e le sedi di Forza Italia della zona sono continuamente prese di mira.