Il raider Peltz entra in consiglio

Non è bastato il voto di Teresa Heinz, moglie dell'ex candidato presidenziale John Kerry, per sbarrare la strada a Nelson Peltz: il finanziere miliardario siederà nel board della Heinz, il colosso alimentare del ketchup, insieme all'alleato Michael Weinstein, presidente di Inov-8 Beverage, portando lo scontro con il management guidato da William Johnson direttamente in consiglio. La multinazionale di Pittsburgh, in Pennsylvania, ha annunciato l’esito provvisorio delle votazioni dell'assemblea dei soci del 16 agosto per il rinnovo del cda (i dati definitivi sono attesi per metà settembre), riconoscendo la vittoria ai punti del finanziere d'assalto. Peltz, attraverso il 5,5% del capitale di Heinz posseduto dal suo hedge fund Trian, ha lanciato a marzo una dura campagna contro i vertici della compagnia accusati di non fare abbastanza per migliorare la performance penalizzando gli utili. Il gruppo ha avviato di recente un piano di ristrutturazione che è finito sotto accusa perché non ritenuto da Peltz e i suoi alleati abbastanza incisivo sul fronte della vendita di asset non strategici e del taglio dei costi. Di qui la decisione di presentare una propria lista per la conquista di 5 posti sui 12 totali che compongono il board.