Raidue supera Italia Uno La sorpresa è Retequattro

da Milano

Raidue ha vinto la battaglia d'autunno. È stata l’unica rete a crescere di oltre l'un per cento nella prima serata, battendo la diretta concorrente Italia 1 (11.38 contro 9.92). Lo dicono i dati del periodo di garanzia autunnale, che scatta quando i network trasmettono i programmi migliori per «garantire» agli investitori pubblicitari di essere seguiti da un consistente numero di telespettatori. Tra il 16 settembre e il 2 dicembre la seconda rete Rai ha conquistato soprattutto donne, è vista nel Nord Est e conquista il 36 per cento dei telespettatori tra i 35 e i 54 anni.
Hanno funzionato sia Annozero, il programma di approfondimento di Michele Santoro, sia il menu a base di telefilm e fiction. La domenica, il campione di ascolti Ncis, con l’agente investigativo della marina militare Gibbs, e cioè Mark Harmon, ha sbaragliato gli Heroes di Italia Uno, incrementando il suo pubblico di circa il 2.8 per cento rispetto allo scorso anno. Il lunedì Voyager ha zoppicato, ma il martedì Criminal Minds ha avuto la meglio sulle proposte della seconda rete Mediaset Ugly Betty e Una mamma per amica. Indiscutibile il successo dell’Isola al mercoledì. Un po’ più fragile la chiusura della settimana con la fiction al venerdì e Cold Case al sabato, che comunque hanno superato le performance del 2006, facendo di Raidue l'ex Cenerentola che invece ha aiutato mamma Rai a vincere, nel totale, questa stagione. Italia Uno ha però combattuto bene e si è fatta onore, accaparrandosi i giovanissimi sino ai 24 anni e confermandosi rete leader su questo terreno, sempre più scivoloso invece per Raidue. I dati mostrano come Canale 5 più Italia 1 siano una coppia di ferro: insieme conquistano il pubblico pregiato, visto che sono saldamente al primo e secondo posto per tutta la giornata nelle preferenze della popolazione fino ai 34 anni (e Canale 5 è sempre prima rete fino ai 54 anni). Viceversa, la rete ammiraglia Rai passa in vantaggio solo tra chi ha più di 55 anni.
Inaspettato e importante, il risultato di Rete 4: è cresciuta in tutte le fasce orarie, si conferma terzo canale italiano più amato dagli over 65 anni, conquistando uno share del 12.9% nelle 24 ore e, ciliegina sulla torta, nell'arco della giornata vince (8.9 per cento contro 8.7) su Raitre.