RAITRE, VADE RETRO BELZEBÙ

Oltre 40 ore di conversazioni con Giulio Andreotti, per molti anni sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Spettacolo, sulla storia del cinema della guerra e del dopoguerra. Aneddoti, rivelazioni inedite e retroscena raccolti da Tatti Sanguineti sull’epoca d’oro del neorealismo, il rapporto con la censura, la rinascita della Mostra di Venezia e di Cinecittà: materiale da montare con documenti, spezzoni di film, testimonianze. A Sanguineti basterebbero sei ore di trasmissione da dividere in altrettante puntate. Ma il direttore di Raitre Paolo Ruffini, sondato anche dall’influente Gaetano Blandini (responsabile della direzione cinema dei Beni culturali), ha respinto l’idea. Vade retro Belzebù.
Gosetti in lizza per Raicinema Continuano i rumors sulla direzione di Raicinema, decisione forse rinviata a marzo. Tra i papabili ci sarebbe anche Giorgio Gosetti, direttore di Noir in festival e coordinatore della Festa di Roma. L'uomo è molto amato da Rifondazione, benché sia il prototipo del democristiano abile a muoversi in ogni contesto. Sarebbe stato contattato dai vertici Rai, e lui se ne vanta in giro. Ma il candidato di Leone resta Carlo Macchitella.
Freccero, qualcosa si muove In materia di nomine, dopo che Carlo Freccero ha annunciato causa alla Rai rivendicando il suo curriculum per la direzione di Raiuno, qualcosa si muove persino nei Ds. È vero: D’Alema e Veltroni lo ritengono incontrollabile, ma in un’intervista all’Espresso il consigliere Rai Carlo Rognoni si è spinto a dire che «Freccero è un caso da sanare in fretta. L’obiettivo è dargli un incarico che valorizzi la sua creatività».
Promuovi il libro, spara sul quiz Ormai è un piccolo must del nostro villaggetto: chi presenta un libro, per avere visibilità, attacca la solfa della Rai «diseducativa». È successo qualche giorno fa al dibattito su Eroi come noi di Giovanni Minoli, guest star Walter Veltroni e Pierferdinando Casini, che ha tuonato: «La Rai deve andare oltre i giochi a premi, ai pacchi che si aprono, per dare spazio a storie che fanno riflettere». Era successo anche ai primi di novembre. Si parlava di Nostalgia del domani scritto da Marco Chiti con il padre Vannino, ministro per i Rapporti con il Parlamento: dagli al quiz e ai reality. Ma non tutti ricordano che gli spot che li affollano finanziano anche i programmi con «le storie che fanno riflettere».
Sky lievita sotto l’albero Filotto di record per Sky nella settimana natalizia. Mercoledì 20 dicembre, turno serale di campionato la voce «Altre emittenti satellitari» ha superato il 10% di share, sabato 23 (18ª di campionato) tra le 15 e le 18 ha sfiorato il 16, mentre la sera di Natale, con la prima su Sky Cinema 1 di Harry Potter e il calice di fuoco e su Sky Sport 1 del documentario sui Mondiali Storia di una squadra, ha raccolto il 13%.