RAIUNO E CANALE 5, SFIDA SUL GOSSIP

Anche se il calendario dice il contrario, non siamo più in estate. Il telespettatore, ad esempio, sa benissimo che quando iniziano La vita in diretta e Verissimo (sempre lo stesso giorno ogni anno, come gemelli uniti da un destino comune) significa che siamo già in autunno. Segue ad ogni stagione il derby tra questi due programmi, che si misura sulle cifre d'ascolto ma non certo sui contenuti. Quelli sono uguali, da quando mamma Rai e papà Mediaset hanno sfornato il parto gemellare lanciandoli nell'etere a contendersi «scoop» sugli stessi argomenti, a volte presentando la stessa intervista come «esclusiva», altre volte aspettando che il pettegolezzo trattato dal gemello rivale sia stato sviscerato in ogni sua angolazione per rimasticarlo a sua volta. Quest'anno l'unica novità è che Verissimo ha abbondonato la conduzione singola (Cristina Parodi) per scegliere quella di coppia (Giuseppe Brindisi e Benedetta Corbi). Qualcuno potrebbe chiedersi se c'è bisogno di due persone per parlare della vita amorosa di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti, primo argomento sfibrante della stagione diluito giorno dopo giorno (il primo si dà la parola alla Hunziker, il secondo all'avvocato di Ramazzotti, il terzo si fa una sintesi della storia, poi si ricomincia a piacere). A questa domanda la coppia Brindisi-Corbi risponde a suo modo, dimostrando che forse sì, ci vogliono due persone perlomeno quando gli incastri amorosi dei personaggi sono complessi come nel caso Ramazzotti-Hunziker: infatti i due presentatori si dividono i personaggi in gioco (ad esempio: a Corbi la Berghella, a Brindisi suo figlio, poi di nuovo alla Corbi le reazioni di Ramazzotti, a Brindisi la sentenza del tribunale) in un rimpallo che trova l'apoteosi in lunghi servizi di «approfondimento» che gettano una luce un po' sinistra su questo sostantivo nobilitante molto più sfruttato nelle faccende di gossip che in quelle più propriamente giornalistiche. Se la nostra tivù dedicasse ai fatti di cronaca lo stesso impegno rivolto all'informazione rosa saremmo un Paese informatissimo e invidiato. Anche perché alla stessa ora, schiacciando il telecomando e passando su Raiuno, alla Vita in diretta ti raccontano con la stessa dovizia di particolari un altro caso chiacchierato delle ultime settimane: il tira e molla tra Al Bano e Loredana Lecciso. E Alfredo Signorini si spinge là dove non aveva osato ancora nessuno, sul fronte della completezza dell'informazione: «Pochi sanno che Al Bano cammina a piedi nudi a Cellino San Marco, a dimostrazione del suo rapporto genuino e viscerale con la terra». Se poi il pubblico non fosse ancora pago dell'approfondimento interviene subito Cucuzza a rincuorarlo: «Domani altre notizie sulla calda estate di Al Bano».