Rally di Bpm recupera Telecom

Le banche riscaldano Piazza Affari e portano gli indici a guadagnare oltre il 2%, anche se la seduta si chiude sotto i massimi (Ftse Mib +1,7%). Caltagirone in manovra, dismette Mps e si ipotizza che possa ora guardare a Unicredit. Il titolo dell’istituto senese chiude in rialzo del 5,18% mentre Piazza Cordusio contiene il rialzo allo 0,58 per cento. Seduta euforica per tutte le banche, con Bpm che è cresciuta del 5,11%, Banco Popolare del 2,87% e Mediobanca dell’1,95%. Intesa Sanpaolo è salita dello 0,69%. Bene Fiat (+2,98%) e Fiat Industrial (+2,46%) insieme al settore auto europeo. Pirelli ha guadagnato l’1,61%. Exor ha allungato il passo chiudendo in rialzo del 3,51%. Ferragamo, in attesa dei risultati preliminari che sono stati poi diffusi a mercati chiusi, ha guadagnato l’1,65%. Bene Fonsai (+2,43%) e Unipol (+3,28%) alla vigilia del termine della due diligence in vista del riassetto del gruppo Ligresti. Acquisti su Enel (+2,82%). Rimbalza Telecom (+2,47%). Chiusura positiva per le principali Borse europee. Londra sale dell’1,26%, Francoforte dell’1,84% e Parigi dell’1,53%.