Rally dei monti Lepini: sole e un folto pubblico

Una partecipazione massiccia di auto (74 al via, più del doppio rispetto all’edizione 2006) e un ottimo riscontro arrivato dagli applausi e dalle grida d’incitamento del pubblico: è stata indiscutibilmente un successo la quinta edizione del Rally della Ronde-Monti Lepini che si è disputata nel fine settimana e che si è conclusa ieri pomeriggio, con l’ultima vettura arrivata alle 16 e un minuto nella piazza della stazione di Giulianello, dove era stato posizionato l’arrivo. Alla fine ha vinto l’accoppiata formata dagli irpini Rodolfo Graziano e Gino Abatecola, che a bordo di una Mitsubishi Evo IX ha preceduto la formazione composta dal sanremese Sandro Sottile e da Marco Nari (stessa auto), mentre sul terzo gradino del podio sono saliti i romani Massimiliano Rendina e Mario Pizzuti, anche loro al volante di una Mitsubishi Evo IX. Tutti sugli scudi, dopo un inizio in sordina, causa maltempo e piogge torrenziali che avevano offuscato l’interesse della corsa nella prima giornata. Sfumature uggiose cancellate in un amen da una vera e propria apoteosi di sole vissuta ieri, con tifosi in visibilio e piloti esperti che hanno colto l’occasione della corsa Lepina, la prima della stagione, per provare le auto in vista di manifestazioni successive. Senza nulla togliere comunque a questo rally, inserito nel circuito nazionale dei Rally delle Ronde, così denominati perché si svolgono su un circuito, su percorsi circolari fatti dalle auto per 4 volte, per un totale, in questo caso, di 44 chilometri. Un tragitto quest’anno particolarmente complesso. Organizzato dall’associazione Asar di Roccamassima, il V Rally della Ronde-Monti Lepini ha visto come sponsor la casa vinicola Fontana di Papa. Ma Renato Negroni, deus ex machina dell’azienda, ha teso a sottolineare che la sua presenza è stata come «vero partner, che ha affiancato il comitato organizzatore e cercato insieme di far crescere l’interesse attorno all’evento, che sta diventando un momento di grande attrazione turistica».