Rally di Torriglia, 204 km di battaglia

Questa mattina la partenza dei 110 iscritti

Ieri le verifiche sportive e tecniche e le ultime ricognizioni e poi, a partire dalle ore 10,01 di oggi, il via della settima edizione del Rally Città di Torriglia. Che si concluderà in serata, alle ore 18, dopo che i concorrenti avranno affrontato gli oltre 204 km del percorso, comprensivi dei 79 relativi alle 9 prove speciali (Barbagelata, Due Valli e Risoni, da ripetere tre volte), dislocate a cavallo tra le valli Trebbia e d’Aveto.
Grossa soddisfazione da parte degli organizzatori per aver superato quota 110 adesioni (oltre 30 in più rispetto allo scorso anno) e grande incertezza per il ruolo di favorito per il successo finale. Che, sulla carta, dovrebbe essere conquistato da una delle vetture della classe Super 1600, ossia le Fiat Punto di Borsa - Berra, Della Cella - Messori e Pessina - Filiberti e le Renault Clio di Genovese - Tesi, Giacobone - Protti e Villa - Roggerone, oltre alla Citroën C2 di Schiavo - Donini con le Renault Clio della classe A7 - principalmente quelle di Bruzzo - De Barbieri, Caldini - Nodi, De Micheli - Torterolo, Mezzogori - Baldini, Miedico - Bimbi e dei Bizzarri (Daniele e Niccolò, padre e figlio) - nel ruolo di outsider. In caso di pioggia, salirebbero le possibilità delle vetture a quattro ruote motrici della classe N4, la Subaru di Strata - Roggerone e la Mitsubishi di Sgualdino - Oberti, che restano comunque favorite per il successo tra le vetture di Produzione. Campo in cui riceveranno la sfida di alcune tra le numerose Clio iscritte in classe N3, quelle di Balestrero - Badino, Beccarelli - Spagnoli, Bulgarini - Desole, Cirio - Terribile, Cocino - Bertin e Torlasco - Pogliano, quest’ultimi i più accreditati di tutti.
Grande attesa anche per la Peugeot 106 1600 classe A6 degli imperiesi Ameglio - Marinotto mentre è tutta da seguire, in classe A5, la gara di Craviotto - Bancalari, in quanto il pilota è il genovese meglio piazzato nella graduatoria provvisoria della Coppa Italia - 3ª zona, per cui la gara ha validità.
Non meno interessanti, in classe N2, saranno le prestazioni delle 106 di Vallino - Abate, una coppia veloce ed affidabile, Poggio - Pennino e dei locali Tomaino - Venzano.