Ramadan nelle sale del Municipio

Da alcune sere la sala consiliare del municipio di Oggiono nel Lecchese, è diventata un luogo di culto per il Ramadan, tra le proteste dei leghisti che hanno contestato la decisione del sindaco di concedere lo spazio. «I musulmani tolgono oppure coprono il crocifisso e gli stemmi comunali - ha detto il consigliere comunale leghista, Roberto Ferrari - siamo increduli e sconvolti». L’autorizzazione è stata data alcuni giorni fa dal sindaco, Pietro Riva (centrosinistra), che ha ribadito che «la concessione rilasciata dagli uffici è del tutto regolare». Dal 17 settembre i fedeli dell’Islam ogni sera portano tappeti e arazzi nella sala consiliare, allestendola come un luogo di culto