Rame in caduta libera

La settimana si chiude all'insegna dei realizzi su gran parte dei mercati. Gli occhi sono puntati sul rame. I prezzi dopo aver sfiorato 9mila dollari per tonnellata, ora sono aggrappati a quota 7.500. E molti operatori vedono nuove correzioni. In Cile, gli scioperi sono finiti, le scorte salgono e il settore edilizio americano ha ingranato la retromarcia. Tra i preziosi, l'oro ha chiuso in ribasso a 621,05 dollari l'oncia soffrendo la tenuta della valuta Usa. Petrolio sotto 70 dollari.