Rame e greggio in caduta

Una nuova seduta in netto ribasso per i metalli di base. I timori di un rallentamento dell’economia Usa e di quella cinese hanno ricondotto i prezzi a tre mesi del rame sotto 7.400 dollari per tonnellata. Stessa musica per il nichel sceso sotto quota 27.500 dollari. In chiara accentuazione anche il trend ribassista del greggio che paga le minori tensioni geopolitiche. Così il future del Wti ha visto il barile scivolare sotto la soglia psicologica di 60 dollari.