Rame, prosciutto e cioccolato: ecco i furti di Natale

Non è questione di età, di nazionalità, né di obiettivo. In questi giorni i furti di Natale costringono la polizia agli straordinari. Così tre cittadini romeni sono stati arrestati dagli agenti del commissariato Sestri dopo essere stati sorpresi a rubare 170 chili di cavi di rame, un bottino sempre più di moda che rischia di mettere in ginocchio la linea ferroviaria. I ladri di rame sono stati sorpresi a bordo di un furgone che trasportava i cavi sottratti nelle stazioni elettriche di Pegli e Prà. Inutile il tentativo di fuga e le spericolate manovre per evitare l’arresto.
Decisamente meno rocambolesca è stata l’«operazione» che ha portato alla cattura di un settantenne genovese che cercava di rubare cioccolato e prosciutto crudo in un supermercato di via Filzi. Il titolare del punto vendita ha notato l’abile tentativo del pensionato di oltrepassare le casse senza prima pagare le confezioni prese dagli scaffali e nascoste tra i vestiti. L’uomo ha chiamato la polizia che ha controllato il settantenne e, come da richiesta del negoziante, lo ha denunciato per furto.
Qualcosa in realtà ha provato a pagare una trentaseienne cliente di un altro supermercato di via Carlo Rota. La donna ha mostrato alla cassiera una bottiglietta d’acqua. Nella sua borsa in realtà c’erano ben altri generi alimentari che la cliente tentava di non pagare, Anche in questo caso è scattata la denuncia alla polizia.