Rame, prospettive incerte

Il rame termina la settimana in area 7.300 dollari per tonnellata dopo aver sfiorato il crollo a ridosso della soglia dei 7 mila dollari. Ma sul futuro abbonda lo scetticismo. Per gli analisti di Mitsui, il 2007 registrerà, per la prima volta dal 2002, un eccesso di offerta di rame capace di deprimere le quotazioni. Greggio di nuovo in discesa. Il prezzo del barile naviga sotto 60 dollari con l'Opec che non sembra in grado di tagliare la produzione petrolifera.