Il rame resta su livelli record

La settimana si chiude con l’indice delle materie prime Crb sopra quota 310 punti. L’indice si trova dunque a solo 33 punti dai massimi assoluti del 1981. La performance è sostenuta dagli aumenti del prezzo del greggio, con il future del Wti sempre sopra i 60 dollari al barile. Altri elementi di supporto restano i forti rialzi dei future del gas naturale e dei metalli di base, dove il rame staziona prossimo ai massimi storici. Neutrale il contributo dei metalli preziosi che hanno sofferto la rimonta del dollaro e hanno ispirato le prese di beneficio dei fondi speculativi.