Il rame riprende slancio

Dopo alcune sedute assolutamente opache, il rame ha mostrato segni di robusta ripresa, anche se per ora solo di natura tecnica. Il rallentamento della crescita delle scorte ha favorito il ritorno degli acquisti, così i prezzi a tre mesi sono tornati sopra 3.660 dollari per tonnellata. Prese di beneficio, invece, sul petrolio, con l’Opec che ha deciso di aumentare l’offerta di 2 milioni di barili al giorno. Fermi i metalli preziosi in attesa delle decisioni della Fed in tema di tassi di interesse.