Il rame verso quota 5mila

Rame sugli scudi grazie agli scioperi nelle due principali miniere messicane. I prezzi a tre mesi sono balzati a 4.940 dollari per tonnellata, spuntando un rialzo dell’1,7%. Oro stabile sui mercati europei a 563 dollari. Poi, sui mercati Usa, i future del metallo giallo si sono avvicinati a quota 570. La spinta è giunta da aspettative per ulteriori aumenti dei tassi di interesse europei. Uno scenario plausibile, considerando la paranoia della Bce a combattere l’inflazione che non c’è.