Rampelli (An) dalla Regione alla Camera

Dopo 40 anni, domenica scorsa Luigi Muratori, deputato di Forza Italia morto l’altra notte, aveva servito la Messa e letto le letture. Lo aveva espressamente chiesto e dopo, con le lacrime agli occhi, aveva ringraziato il prete dicendo: «Grazie di avermi permesso di tornare bambino». A raccontare l’ultima domenica vissuta da Luigi Muratori è Antonio Tajani, collega di partito e amico, scosso dalla notizia ma anche dall’episodio avvenuto 24 ore prima della morte del deputato, deceduto in ambulanza durante il tragitto dalla sua abitazione all’ospedale Sant’Eugenio. Muratori, medico, lunedì pomeriggio dopo un lieve malore aveva deciso di sottoporsi a un elettrocardiogramma. Quindi è andato alla Camera e poi è tornato a casa, dove si è nuovamente sentito male, ma questa volta colpito da un infarto. Domenica pomeriggio, Muratori era con altri colleghi di partito alla Domus Mariae per presentare l’Associazione Popolare Europea, un sodalizio culturale di cui era tra i soci fondatori e di cui Tajani è presidente. Al termine, è stata officiata una Messa da don Marco Malizia. Muratori era alla sua seconda legislatura - la prima nel 1994 -, era stato il primo coordinatore romano di Forza Italia. Sposato, aveva una figlia, Flaminia, ed era diventato da poco nonno. Oggi dalle 15 alle 20 sarà aperta la camera ardente nella chiesa di San Gregorio in vicolo Valdina 3/a, dove domani alle 15 saranno celebrati i funerali. Sarà Fabio Rampelli, attuale consigliere regionale di An, a occupare il seggio di deputato lasciato vacante da Luigi Muratori. Luigi Celori sostituirà invece Rampelli alla Regione. Fabio Rampelli, 43 anni, architetto, è uomo di sport: ha partecipato ai mondiali di nuoto del 1978 ed è stato campione italiano.