Randagi, ma fotogenici I gatti di Milano si mettono in posa

Paperino gioca con una palla, Angelina Jolie morde distrattamente una borsa, Puffoso strizza appena gli occhi sotto il pelo folto. Sono i mici ospiti del rifugio gestito dall’associazione Mondogatto, immortalati nelle loro pose più curiose in 50 scatti esposti fino all’11 luglio all’Acquario Civico. C’era una volta una gatta, cantava Gino Paoli e così si intitola la mostra promossa dal Garante comunale per la tutela degli animali. Cinque fotografi non professionisti, sotto la direzione artistica del noto ritrattista Bob Krieger, hanno realizzato nel gattile milanese per eccellenza le istantanee della vita dei felini: gatti bianchi, neri e rossicci, che fissano l’obiettivo con gli occhi spalancati o si godono indifferenti il sole. «Non abbiamo voluto ritrarre nessuna gabbia né griglia - precisano gli autori degli scatti -. Volevamo dare un’idea di giocosità. E poi nel rifugio di via Schievano i gatti vengono trattati benissimo». Giovedì, all’inaugurazione della mostra, doveva essere premiata la foto più bella. Alla fine, però, non c’è stata nessuna classifica, perché, come ha spiegato Kriegman, giurato d’eccezione insieme ad Arnaldo Pomodoro, Rosanna Armani e Maria Latella, «in tutte le foto viene messo in risalto l’abbandono di questi animali, glielo si legge negli occhi». Una realtà particolarmente presente a Milano, dove si trovano moltissimi gatti randagi. «Nel territorio cittadino sono presenti circa 400 colonie di felini e sono stati censiti 70.000 gatti di strada - spiega il garante Gianluca Comazzi -. Queste iniziative sono un utile sostegno all'attività di un'associazione che, da più di 20 anni, si occupa di questi animali e merita di veder premiato il proprio operato». Soddisfattissimo dell’iniziativa anche Elvio Panizzut di Mondogatto: «Ci permette di far conoscere meglio la nostra Associazione - sottolinea - e soprattutto di raccogliere contributi per i nostri mici». Dopo l’11 luglio, infatti, le fotografie in esposizione saranno messe all’asta e il ricavato verrà devoluto a Mondogatto. Non si tratta però dell’unica iniziativa del Garante a favore dei mici milanesi: la scorsa settimana la rivista Quattrozampe ha donato al Comune una tonnellata di cibo per gatti che verrà destinato a dieci colonie particolarmente bisognose.