Range Rover, la limousine dei 4x4

da Barcellona

Essere un simbolo per 35 anni ininterrotti non è impresa di poco conto, soprattutto in campo automobilistico. Ma l’eccezione che conferma la regola c’è sempre, e nel nostro caso si tratta della Range Rover, che continua a rinnovarsi anche per l’Anno Modello 2006. Pochi i ritocchi, all’esterno e nell’abitacolo, per un’automobile che tra quelle a trazione integrale non ha concorrenti, né li ha mai avuti nella sua lunga storia. E i valori che l’hanno sempre posta al di sopra della mischia - oggi sempre più confusa e affollata - tra gli sport utility, con i quali è sempre stato dichiarato che la Range non ha nulla da spartire, vengono ulteriormente sviluppati.
Accresciuto il lusso, che sembrava già estremo, con l’adozione di telecamera che inquadra lo spazio dietro l’auto quando si innesta la retromarcia e navigatore satellitare di ultima generazione, le innovazioni più importanti le troviamo nei motori.
Si vedono finalmente sulla Range i risultati delle sinergie tra i marchi di lusso controllati dal gruppo Ford, con l’arrivo di due propulsori benzina di origine Jaguar. Sono due 8 cilindri a V, entrambi a 4 valvole per cilindro, uno aspirato, il 4.4 (306 cv) e uno sovralimentato con turbocompressore (versione Supercharged), 4.2 e 396 cv di potenza massima. Altre novità sono attese, nel corso dell’anno, con una evoluzione Euro 4 dell’attuale turbodiesel, propulsore importante per la crescita in termini di volume per la Range, anche se questa straordinaria limousine a trazione integrale, per i suoi prezzi, che arrivano a superare tranquillamente i 100mila euro (da 77mila euro la versione più economica, la SE), viene raramente valutata in funzione dei costi di esercizio dai suoi fortunati acquirenti. Sull’asfalto e in fuoristrada l’esperienza al volante di una Range Rover è sempre entusiasmante. Con le nuove motorizzazioni il silenzio è totale, impossibile riscontrare accenni di rollio, nonostante il baricentro alto e una massa di due tonnellate e mezzo, anche sulle sinuose strade che attraversano le montagne a ridosso di Barcellona, dove la lussuosa inglese è stata offerta per le prime impressioni di guida. Facile, con la versione Supercharged, raggiungere i 200 orari in autostrada (l’accelerazione da 0 a 100 avviene in appena 7,5 secondi), ma altrettanto facile muoversi, con un’auto lunga 5 metri e larga 2,20 (inclusi i giganteschi specchietti retrovisori laterali), nel traffico della Diagonal, arteria vitale della città di Barcellona, caotica in ogni ora del giorno e della notte. Impossibile riscontrare su un’altra automobile una sintesi così perfetta tra lusso e versatilità. Ecco perché la Range Rover non ha concorrenti.