Ranieri: «Battuti da un campo inguardabile»

«Avevate detto che il nostro era un attacco-mitraglia e invece...». Claudio Ranieri fa i conti con il pareggio interno della sua Juventus e con la difficoltà apparente delle sue punte a trovare la rete. Nelle ultime cinque partite un gol segnato per match, quattro dei quali firmati dal solo Amauri. «Non ci resta che migliorare strada facendo», conclude l’allenatore bianconero. Intanto ci sono state «troppe occasioni sprecate. Abbiamo provato a vincere, soprattutto nell’ultima mezzora abbiamo creato tanto ma la palla non è voluta entrare, peccato». Un po’ di problemi per il gioco della squadra, ieri sera, gli ha dati il terreno di gioco dell’Olimpico di Torino. «È vero, il campo in queste condizioni è inguardabile, fatto praticamente di sabbia e ciò non può che ostacolarci dal punto di vista della costruzione del gioco. Ma non è assolutamente una scusa: è un dato di fatto», si giustifica a caldo Ranieri. Infine il tecnico ha riservato parole di incoraggiamento al baby Sebastian Giovinco: «Ha giocato bene».