Ranieri: «Cercheremo di imbrigliare il gioco della Samp»

Scavalcata l’euforia per la conquista del derby Claudio Ranieri concentra le attenzioni sulla sfida di questa sera contro una Sampdoria in apparente crisi, reduce da due 3 a 0 di fila (contro il Genoa nella stracittadina prima e al cospetto del Milan poi), che si presenta con Cassano in condizioni psicologiche pessime e Delneri in rotta di collisione con la dirigenza-Garrone. «Penso di imbrigliarli con il nostro gioco, con la nostra voglia di far bene», ha spiegato il testaccino, che crede ciecamente nei suoi adesso che gli hanno restituito il sorriso. «L’ho ripetuto anche ai ragazzi - ha continuato l’allenatore romanista - la partita con la Lazio non mi è piaciuta per niente, per cui voglio una Roma più decisa, più determinata, più vogliosa di far bene, poi il risultato magari sarà non quello sperato, però voglio questo tipo di approccio alla gara». Ranieri ha comunque commentato positivamente il momento di forma della sua squadra: «I ragazzi stanno bene, però dico sempre che si devono ricordare un mese fa dove stavamo, quello deve essere un allenamento mentale che non si devono scordare per tutto l’anno, c’erano contestazioni, bombe carta..., c’era disamore dei nostri tifosi ed è la cosa più brutta che possa capitare a una squadra. Noi poco alla volta lo stiamo ricreando quel feeling e quell’amore, però dobbiamo fare molto di più perché questa squadra è capace di fare molto di più». Costretto a scelte obbligate complici qualche acciacco e le squalifiche di Menez e Pizarro, il trainer di Trigoria ha anche spiegato la sua filosofia, che punta sul presente, poco sul passato e non permette di fare voli pindarici verso il futuro. «Credo - ha detto - che ancora sia giusto rimanere sull’oggi, ci stiamo riprendendo da un periodo molto difficile, ora tocca vedere se il paziente è uscito del tutto o se avrà delle ricadute, se le avrà dovremo lottare ancora di più per riportarlo in condizioni ottimali. Se invece rispondiamo bene fino a prima della sosta ci potrebbero essere svolte positive. Il margine della svolta è dunque fine dicembre-inizio gennaio, questa è la svolta che vogliamo dare al campionato, se ce la facciamo non abbiamo fatto nulla ma abbiamo ripreso la strada giusta dopo aver preso l’autostrada e aver fatto alcune scampagnate fuori porta, adesso ritorniamo sull’autostrada». Avrà tutti gli effettivi, invece, Luigi Delneri, e anche se psicologicamente la “Doria” è già di corda c’è da immaginare che dentro il “Galileo Ferraris” i liguri moltiplicheranno le forze per restituire fiducia a una piazza sull’orlo d’una crisi di nervi. Finale dedicato alla solidarietà. Domani sera va in scena «Roma scende in campo», iniziativa che avrà luogo al Palalottomatica con inizio alle 20. Claudio Ranieri nel corso della conferenza stampa pre-gara (ovvio, Sampdoria-Roma) ha lanciato un appello ai sostenitori della Roma chiedendo la massima partecipazione a un evento di solidarietà. «Non fate mancare tutto il vostro sostegno a questa nobile iniziativa. Vorrei vedere il Palazzo dello Sport riempito in ogni ordine di posti. La prevendita sta andando benissimo ma manca ancora qualcosina».