Ranocchia se ne va all’Inter

Anno nuovo, Genoa nuovo. Il Grifo cambia pelle. Ieri si è praticamente conclusa la trattativa per portare in rossoblù Antonelli e Paloschi al posto di Modesto e Palladino che vanno al Parma. Antonelli stasera raggiungerà i nuovi compagni alla Borghesiana. Paloschi, che arriva al Genoa in comproprietà, (stessa formula per Palladino al Parma) dovrebbe fermarsi al centro Riattiva di Lavagna per proseguire le terapie riabilitative.
Se ne va Andrea Ranocchia che ha già lasciato il ritiro della Borghesiana e domani inizierà ad allenarsi con l'Inter grazie al nulla osta concesso dalla società rossoblù. Per il Genoa, al di là dei 12 milioni di euro destinati alle casse sociali, è una grave perdita. Ranocchia era il perno della difesa, cioè del reparto su cui si reggeva tutta la squadra. Ma Preziosi all'Inter non sa dire di no.
Il patron invece aspetta un sì dalla Roma per Pizarro: «Abbiamo bisogno di qualcosa a centrocampo e Pizarro è un giocatore importante. Non mi dispiacerebbe averlo in squadra». Così Enrico Preziosi a radio Kiss Kiss. La Roma ha chiesto al Genoa Sculli e avrebbe già trovato l'accordo con l'attaccante. Trattative in corso. Tomovic va al Lecce in prestito con diritto di riscatto della metà, mentre il Cesena ha chiesto Rudolf. Jankovic resterà al Genoa. In mezzo al campo la società rossoblù stringe per Kucka (oggi incontro decisivo con lo Sparta Praga), ma non sembra interessata a Cigarini: «Non sempre ciò che piace al tecnico piace anche alla società», dice il patron che allontana Criscito dal Napoli: «Sono solo chiacchiere di mercato. Criscito è seguito all'estero da due squadre, ma è legato alla città e alla tifoseria. Quanto costa? Poco sotto i venti milioni». Intanto Palacio è rientrato in gruppo e potrebbe giocare contro la Lazio. Niente ritiro per Rafinha che tornerà a Genova il 2 gennaio in accordo con la società.
Mentre la Samp ieri ha ripreso ad allenarsi, per Cassano è stato il primo giorno da rossonero. Alle 11.30 è arrivato a Milanello e da lì partito per Dubai con i nuovi compagni. Il 4 gennaio verrà presentato a Roma. L'ex allenatore di Fantantonio Eugenio Fascetti punzecchia la Samp: «L'ultima cassanata a Genova mi è sembrata un po' voluta. Credo che l'abbiano cercata. Adesso al Milan non potrà fallire. Allegri può essere l'allenatore giusto per lui. Penso che i due possano andare d'accordo perché si assomigliano».
Massimo Oddo «avverte» Cassano: «Il Milan dà tutto, ma esige rispetto. Cercheremo anche noi di tenerlo un po' a bada».