Rapallo Alt al cemento, via libera ai tunnel per Santa e Fontanabuona

Alt a nuove costruzioni e previsione di una popolazione massima di 63mila abitanti, di cui 31mila residenti e gli altri insediati periodicamente nelle seconde case, con un aumento di sole 1200 persone, meno del 2 per cento del totale: è questo lo scenario in cui si inserisce il nuovo Piano urbanistico comunale (Puc) di Rapallo messo a punto dalla giunta che lo presenterà in Consiglio entro la fine dell’anno. «Si punterà sulle abitazioni di edilizia sociale - hanno spiegato ieri, nell’illustrare i particolari del documento, il sindaco di Rapallo, Mentore Campodonico, e l’architetto Gianni Peruggi - sia in caso di richieste di ristrutturazioni o riconversioni, sia nel caso di nuove costruzioni, previste già in Valle San Francesco e in via delle Balze». Un’ampia pagina del Puc è destinata alla viabilità con la previsione dei due tunnel per Santa Margherita e per la Fontanabuona, oltre che di un grande parcheggio di interscambio sotto il campo sportivo del Macera e di una nuova viabilità lungo via Mameli. «In sostanza - ha aggiunto il sindaco Campodonico - si tratta di un piano conservativo per quanto riguarda lo sviluppo edilizio e innovativo per quanto riguarda il sociale e la viabilità, che ovviamente si basa soprattutto sulla costruzione dei due tunnel per i quali il comune di Rapallo si batterà con forza. Ma più in generale - ha concluso il primo cittadino - questa amministrazione ha coniugato nel nuovo Puc scelte strategiche che, partendo dalla disciplina urbanistica, ricadono su tutti gli aspetti della vita cittadina».