Rapallo lancia «La serata del mugugno»

Undici persone sono rimaste intossicate dal monossido di carbonio che si è sprigionato nel cuore della notte in un appartamento di via Novaro, a San Fruttuoso. Si tratta di nove adulti e due bambini, tutti di origini romena che vivono insieme nello stesso alloggio. Soccorsi e trasportati in ospedale, le loro condizioni non sono state giudicate gravi, dopo che in un primo tempo si era temuto per la loro vita. Dopo le prime cure, quattro di loro sono stati dimessi. Una bimba di cinque anni, invece, è stata trasferita all’ospedale pediatrico Gaslini per ulteriori accertamenti. Un’altra ragazzina, di 15 anni, è stata invece ricoverata al San Martino. Entrambe, comunque, non sono in pericolo di vita. La fuga di gas è stata provocata da una caldaia, messa sotto sequestro dai pompieri che hanno immediatamente effettuato controlli approfonditi sull’impianto giudicandolo seriamente difettoso.