«Rapallo legge» il libro sulla strage di Erba

Con tutto l'orgoglio di chi l'ha pensata e cresciuta, il consigliere incaricato alla cultura Giovanni Arena rimette in pista «Rapallo Legge», a rinsaldare un'articolata proposta culturale culminante nel Rapallo-Carige in calendario a giugno. Cambia il registro e cresce la qualità dell'offerta grazie alla collaborazione con Marco Larteri dell'agenzia MomentiEventi, che promette inneschi intriganti nella sezione «Note d'autore». Scrittori noti e libri che affondano la penna nel quotidiano ossessivo e trasgressivo. Nessun monologo, ma la presa diretta senza telecamere, perché autore e libro s'incastrino in un talk show che scortichi, interagisca col pubblico e provochi.
Cinque gli appuntamenti che partono venerdì 7 marzo, ore 21, Auditorium Le Clarisse, con Pino Corrias, dirigente Rai, giornalista e scrittore, a presentare il suo «Vicini da morire» edizioni Mondadori. È la ricostruzione della strage di Erba tradotta dalla paura collettiva e dal bisogno di sicurezza. A confrontarsi con l'autore, Giannina Roatta, primo dirigente Polizia di Stato, Pasquale Tonani, presidente Camera Penale Chiavari, e Marco Menduni, inviato cronaca nera del Secolo XIX. A moderare, Vittorio Sirianni che coordinerà anche gli incontri successivi.
Stessa ora stesso teatro, sabato 5 aprile con Edoardo Boncinelli, direttore SISSA Trieste, e il suo «Che cos'è il tempo»; venerdì 16 maggio con Stefano Zecchi, opinionista Rai e Mediaset, e «Il figlio giusto»; venerdì 23 maggio con Cinzia Tani, conduttrice Rai, e «Sole e ombra». Chiuderà venerdì 30 maggio Willy Pasini con i suoi «Amori infedeli». Mica finita, perché con l'altra sezione «Voci dal silenzio», curata dalla professoressa Rosanna Arrighi, «Rapallo legge» apre agli inediti. «Un'iniziativa sperimentale che ha il suo precedente nel premio Prove degli anni '60 - ricorda Arrighi - Ecco il recupero di quel passato e l'attenzione ad un linguaggio fresco centrato su tematiche attuali». Una produzione che passerà al vaglio d'un comitato di lettori di differente età ed estrazione culturale. L'obiettivo? «Rendere sempre più partecipe il lettore». Primo appuntamento il 27 marzo, alle ore 17 in Comune. Date ancora da definirsi per successivi incontri che si terranno presumibilmente di giovedì, alle 17, all'Hotel Europa. Per restituire quel gusto di caffé letterario dove la parola decanta in bellezza e traduce contenuti.