Rapallo punta su grandi opere pubbliche

L’Istituto Tumori ha inaugurato ieri un’attrezzatura per la «tomoterapia elicoidale», all’avanguardia in Italia, che consente diagnosi e cura delle neoplasie maligne e trattamenti palliativi. La macchina, ha sottolineato il direttore generale dell’Ist Franco Ciappina, entrerà in funzione a metà marzo e consentirà di trattare circa 460 pazienti l’anno. È stata acquistata grazie a una erogazione di un milione e 350mila euro da parte della Fondazione Carige. Lo ha ricordato, in particolare,l’assessore regionale Claudio Montaldo, che ha dato atto alla Fondazione Carige - rappresentata dal vicepresidente Pierluigi Vinai - di aver promosso «un nuovo salto di qualità alla medicina ligure». Dal canto suo, Vinai ha spiegato come l’impegno finanziario, ingente, della Fondazione sia derivato dalla consapevolezza dell’importanza decisiva dell’apparecchiatura: «Ci siamo detti, col presidente Flavio Repetto e gli altri amministratori: non possiamo sottrarci, anche nello spirito di concertazione con la Regione» che dovrà erogare il resto del finanziamento.