Rapallo si proietta nel futurismo

Luca Tasso

Letteratura, poesia, musica, teatro, gastronomia, e chi più ne ha più ne metta. Quella che dal lunedì a domenica 29 gennaio si abbatterà su Rapallo è una vera e propria ondata futurista, che coinvolgerà tutta la cittadina, nessuno escluso. La «Settimana futurista - L'arte e i cinque sensi» è una delle manifestazioni culturali ed artistiche tra le più complete ed originali proposte nel Tigullio. Un evento organizzato dall'associazione culturale «La Convivialité», e patrocinato dal comune di Rapallo, oltre che dalla fondazione regionale «C. Colombo» di Genova.
«Lo scopo principale della manifestazione - spiega il dottor Angelo Cacciola, presidente dell'associazione “La Convivialité“, ex docente di economia all'Università di Losanna e, ormai da anni, convertito alla passione per l'arte - è quello di riabilitare tutta una corrente artistica che, per ragioni puramente politiche, era stata messa nel dimenticatoio e sottovalutata per decenni, nonostante il Futurismo sia stato l'unica vera rivoluzione culturale del Novecento, in quanto ha coinvolto ogni aspetto della vita quotidiana. Proprio per rendere omaggio a questa idea di arte destinata alla gente comune e non ad essere relegata nelle stanze chiuse dei musei, la “Settimana Futurista“ esaminerà, di giorno in giorno, tutti le sfaccettature di questo movimento culturale».
La manifestazione prederà il via lunedì presso i locali dell'Accademia culturale di Rapallo, con una tavola rotonda nel corso della quale verranno presentati gli eventi in programma, e si comincerà ad assaporare l'atmosfera futurista attraverso l'analisi dei suoi aspetti letterari e poetici. «Le conferenze in programma sono tre, tutte all'Accademia culturale - continua il dottor Cacciola - e di volta in volta verranno esaminati: cinema, teatro, letteratura, poesia, architettura. Insomma, ogni campo, artistico e non, che venne toccato dal movimento del Marinetti».
Ma gli appuntamenti non si esauriscono certo qui, come spiega Giovanni Arena, assessore alla cultura della cittadina rivierasca: «Martedì prenderà il via la Castelmostra, ospitata, come suggerisce il nome, all'interno del castello di Rapallo. Un'esposizione di manifesti e riproduzioni di opere d'arte dell'epoca, oltre alla proiezione di un video con contributi di filmati originali di Tommaso Marinetti. Ma, non trascureremo neppure gli amanti della buona tavola e del buon bere. Venerdì, alle 17.30 è previsto un aperitivo futurista alle Cantine d'Italia, a cui farà seguito una cena futurista, che terminerà con una piacevole sorpresa».
Inoltre, per chi volesse cimentarsi coi versi del Marinetti, Angelo Cacciola terrà, sabato 28, dei corsi di dizione, ospitati nei locali della Biblioteca Internazionale di Villa Tigullio. Nel corso della stessa giornata, infine, verrà presentato il nuovo sito www.futurismo1.com, il portale che si propone di diventare un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli amanti di questo movimento così dirompente e, per decenni, così trascurato.