Rapallo, sotto sequestro mezzo Castello dei Sogni

Sigilli al «Castello dei sogni», a Rapallo. Il lussuoso condominio con otto esclusivissimi appartamenti vista mare è stato «visitato» ieri dagli uomini della polizia giudiziaria della Capitaneria di porto di Santa Margherita Ligure che hanno effettuato un sequestro preventivo all’intero palazzo costruito negli anni Cinquanta, nelle riviera ligure di levante. I sigilli sono stati applicati ad alcuni locali di tutti gli otto appartamenti, gli abitanti, dunque potranno entrare in casa, ma non avranno a disposizione tutta la casa: l’atto giudiziario, a quanto sembra, è scattato a seguito di una irregolarità nella costruzione del condominio, che risale alla fine degli anni ’50, la cui proprietà avrebbe oltrepassato i limiti finendo nel terreno del Demanio.
L’accusa, per gli otto proprietari degli appartamenti, è quella di occupazione del suolo demaniale. L’ordinanza di sequestro preventivo è arrivata pochi minuti prima delle 10 alle otto famiglie alcune delle quali hanno ereditato l’abitazione all’incirca tre anni fa. Il Castello dei sogni era stato già oggetto di un sequestro preventivo, sempre da parte della Capitaneria, lo scorso 25 maggio: in quell’occasione, però, i sigilli vennero applicati a otto terrazze sul mare e ad un giardino di circa 100 metri quadrati poiché secondo i militari quelle «terrazze sul mare» erano state costruite senza una adeguata autorizzazione da parte dello Stato nonostante, secondo i proprietari, i precedenti titolari dell’immobile avessero versato nelle casse dello stato oltre 40 anni fa, 13 milioni di vecchie lire per l’acquisto di quelle porzioni di terreno dove ora si trovano le terrazze.