Rapina un’adolescente e la manda in ospedale

Un pugno al torace sferrato con una violenza inaudita e che l’ha fatta stramazzare al suolo. Non è vero che i balordi, per strada, prendono di mira solo le nonnine e nelle zone più periferiche della città. L’altra notte a Milano una ragazzina 17enne è stata aggredita e ha subito un tentativo di rapina - che lei stessa ha sventato - proprio nel cuore della città, all’angolo tra piazza San Babila e corso Europa.
Era da poco passata l’una e trenta, davanti al Mc Donald’s. Non era presto, è vero. Ma da quando una piazza tanto centrale e tanto illuminata e, si suppone, protetta, non può essere il luogo dove due giovani danno appuntamento ai genitori che devono passarle a prendere? Vittima dell’aggressione Sara L. che, insieme all'amica Daniela G., maggiore di un anno, aspettava i genitori per tornare a casa.
La 17enne, che è caduta a terra battendo con forza la testa quando uno dei due rapinatori che l’hanno avvicinata l’ha colpita, è stata soccorsa proprio dal padre che, poco distante, ha visto la scena e ha chiamato immediatamente il 112. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che, in via Borgogna - quindi a qualche decina di metri dal luogo dell’aggressione, sono riusciti a bloccare il rapinatore e a recuperare la refurtiva. Niente da fare, invece, per il complice che è riuscito a dileguarsi. La ragazza, trasportata alla clinica Mangiagalli perché inizialmente si temeva per la sua salute a causa del pugno ricevuto al basso ventre, si trova ancora in osservazione per escludere eventuali danni alla testa.
Il malvivente catturato è Romualdo Gervaso, un 36enne vecchia conoscenza delle forze dell’ordine con vari precedenti. Ora è stato arrestato per rapina.