Rapina all’ufficio postale con un giornale arrotolato

Rapina all'orario di apertura ieri all’ufficio postale di via Medeghino, al Gratosoglio. E, tanto per cambiare, si è trattato di un colpo facile-facile, in perfetta sintonia con quelle che sono le tendenze dei malviventi negli ultimi tempi, che mettono a segno rapine senza armi, grazie solo a minacce sibilate magari in maniera «efficace». In realtà, l’uomo vestito con un giubbotto scuro e con pantaloni jeans - che intorno alle 8.30, ieri mattina ha puntato un giornale avvolto contro un dipendente dell’ufficio postale, palesandogli le sue intenzioni - ha fatto intendere di avere una pistola nascosta lì sotto. Naturalmente, però, nessuno ne ha la prova perchè alle Poste si sono ben guardati di andare a controllare sotto il quotidiano se il balordo stava dicendo la verità o no. Così il malvivente si è impossessato di mille euro, presi da una cassa (per fortuna, come nelle banche, anche negli uffici postali si tengono ormai quantitativi di denaro contante sempre più bassi, ndr) e poi è fuggito a piedi. Senza sapere che era stato «fotografato» dal sistema di videosorveglianza dell’ufficio. Dopo la rapina è intervenuta la polizia.