Rapina alle Poste, ferito un pensionato

Forse aveva aspettato i primi giorni del mese, quando le casseforti e i caveau sono «più gonfi», per rapinare l´ufficio postale di via Zara 1 a Cormano e scappare poi indisturbato con le pensioni degli anziani. Quello che il rapinatore, visibilmente agitato non si sarebbe mai aspettato è che un cliente, in attesa del proprio turno allo sportello, nonostante la pistola puntata alla testa, reagisse alla sua aggressione. Colto di sorpresa, durante la colluttazione con l’uomo, il malvivente ha così lasciato partire un colpo di pistola e si è poi dileguato senza lasciare traccia. Erano da poco passate le 10.15 quando un uomo, alto poco meno di un metro e settanta, ha varcato i locali dell´ufficio postale. Con il volto coperto da un passamontagna, ha intimato ai quattro impiegati che si trovavano dietro il vetro antiproiettile di consegnargli i soldi dando loro un sacchetto in cui depositare i contanti. La donna che si è trovata davanti il rapinatore armato di un revolver è scappata nel retro. L’uomo allora, visibilmente scosso, ha puntato la pistola contro Salvatore C., un sessantreenne residente poco lontano, uno dei quattro clienti che in quel momento si trovavano all´interno dell´ufficio. Poi, tenendo «l’ostaggio» sotto tiro, ha nuovamente intimato ai dipendenti di consegnargli il denaro. Il cliente però ha afferrato il braccio del rapinatore e lo ha spinto verso il basso. Nella colluttazione l’arma ha fatto fuoco e ha colpito il 63enne al ginocchio sinistro. Davanti al ferito riverso a terra, il rapinatore ha deciso di fuggire. Ha afferrato il sacchetto che sarebbe servito per contenere i contanti, è uscito dall’ufficio e si è allontanato.
Al vaglio degli investigatori la possibilità che il rapinatore avesse un complice che aspettava a bordo di un´auto o di uno scooter. Salvatore C., è stato accompagnato all’ospedale di Paderno Dugnano dove i medici gli hanno estratto il proiettile che lo ha colpito sotto la rotula. Dovrà stare a riposo per due settimane. Sulla tentata rapina stanno indagando i carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni.
Negli ultimi mesi, nel nord milanese, si sono verificate diverse rapine. Qualche settimana fa a Cinisello Balsamo un uomo che stava depositando l’incasso della giornata di un distributore di benzina all’interno del centro commerciale Auchan, era stato fermato da un gruppo di uomini che gli hanno sottratto una decina di migliaia di euro e sono poi fuggiti. Dalla pistola dell’uomo è esploso un colpo che fortunatamente non ha ferito nessuno. Numerosi anche gli assalti agli sportelli automatici di poste e istituti di credito, utilizzando l’acetilene.