Rapina in banca al Gaslini: 11mila euro

Ennesima rapina ieri in una banca genovese. Questa volta un uomo con il volto mascherato da un casco da motociclista verso le 10 del mattino si è presentato alla filiale della Banca Carige all’interno dell’Istituto Gaslini di Genova portandosi via 11 mila euro in contanti.
La meccanica della rapina è stata molto semplice. L’uomo ha aspettato che la banca fosse vuota e allora si è avvicinato alla cassa, pistola spianata. All’impiegata che in quel momento si trovava dall’altra parte del banco, non è rimasto che accontentare il bandito passandogli tutto il contante che si trovava a sua portata di mano. L’uomo ha messo tutto in una sacca, si è voltato ed è fuggito. Lo stanno ancora cercando.
Quella delle rapine sta diventando un’abitudine a Genova e dintorni. Andando in ordine di tempo nelle settimane scorse, venerdì 23 registriamo altre tre rapine a mano armata nell’area genovese. La prima è avvenuta verso le 13 ai danni dell’agenzia della Banca Nazionale del Lavoro in via Bensa, nel centro storico. Un uomo, a volto scoperto, dalla carnagione olivastra, è entrato nell’istituto e, pistola in pugno, si è fatto consegnare dal cassiere diverse mazzette di soldi. Poi è scappato a piedi dileguandosi nei vicoli.
Il secondo colpo della giornata è stato messo a segno nel Supermercato Dì per Dì in via Soliman, a Sestri Ponente, dove un uomo con il volto nascosto da una calzamaglia, è entrato con la pistola in pugno, minacciando i cassieri di consegnargli il denaro. Preso il bottino è scappato, facendo perdere le proprie tracce.
Per quello che può servire, quella era l’undicesima rapina che veniva fatta a Genova nel mese di febbraio, fino a quel momento.
La terza rapina è stata sventata nel primo pomeriggio a Rapallo ai danni della Banca Intesa di via Diaz, nel centro di Rapallo. Erano in cinque, quattro siciliani e un bresciano, e tutti sono finiti in manette.