Rapina in centro: rubati 4 milioni

Il colpo è stato messo a
segno in pieno centro, da un malvivente travestito da guardia
giurata e da un complice rimasto all’esterno della banca a fare
da palo. Dopo aver rinchiuso i dipendenti
nel bagno, l'uomo ha rubato 4 milioni di euro ed è fuggito con il complice

Milano - Maxi rapina in pieno centro a Milano, dove due malviventi sono riusciti a rubare 4 milioni tra euro e dollari alla Banca regionale europea di corso Europa, tra piazza San Babila e piazza Fontana. In azione due uomini che hanno chiuso i dipendenti nel bagno. Il colpo è stato messo a segno intorno alle 11.30, in pieno centro, da un malvivente travestito da guardia giurata e da un complice rimasto all’esterno della banca a fare da palo.

La ricostruzione della rapina Passando dall’ingresso sul retro posto in Galleria privata Strasburgo due malviventi, intorno alle 11.30, travestiti da guardie giurate sono saliti negli uffici hanno puntato la pistola in faccia a un dipendente e poi lo hanno rinchiuso insieme ad altri tre nel bagno. Poi, con tutta calma, i due rapinatori presumibilmente italiani hanno riempito un borsone blu che avevano con loro e un grande sacco di Poste Italiane (preso sul posto) di diversi sacchetti di valuta italiana ed estera per un importo superiore ai 4 milioni di euro e sono usciti da dove erano entrati. il denaro era in attesa di essere trasportato ad altre banche e dunque i rapinatori si sono fatti passare per i vigilanti che normalmente effettuano questo servizio. L’Istituto centrale delle banche popolari è infatti una cosiddetta "Banca di secondo livello" che effettua servizi per altri istituti di credito. Il contante rapinato era prevalentemente in euro, dollari statunitensi e yen. La rapina è stata portata a termine in pochi minuti evidentemente da banditi esperti che sono andati a colpo sicuro. I funzionari della banca non rilasciano dichiarazioni e negli uffici dell’istituto sono ancora presenti i carabinieri del Nucleo investigativo di Milano.