Rapina un coetaneo: egiziano torna in cella

L’anno scorso aveva rapinato un adolescente ed era stato affidato ai servizi sociali. L’altro giorno ha aggredito un sedicenne ed è stato nuovamente arrestato e portato al Beccaria. Martedì sera verso le 19.45 Amhed K., egiziano di 17 anni, insieme con un complice marocchino aveva bloccato la sua vittima, che era in compagnia di un amico, vicino al McDonald’s di corso Vercelli. Armato di coltello lo ha colpito al braccio e alla mano destra, ferite guaribili in otto giorni, e gli ha rubato l’I-pod. La vittima ha denunciato l’episodio alla polizia e ha poi riconosciuto il suo aggressore in una foto segnaletica. In aprile, il diciassettenne aveva aggredito e rapinato un quattordicenne nei giardinetti vicino a piazza Piemonte. Secondo gli inquirenti il minorenne potrebbe essere l’autore, insieme ad altri tre coetanei, di altri raid denunciati negli scorsi mesi.