Rapina l’anagrafe e la pistola al ghisa

Ha rapinato l’ufficio dell’Anagrafe di via Padova e, non contento, uscendo ha anche rubato la pistola un agente municipale di 45 anni addetto alla vigilanza degli uffici. Ieri intorno alle 12.40 il malvivente, italiano e dal chiaro accento meridionale, si è avvicinato all’ingresso dell’Anagrafe comunale di via Padova, 118. L’uomo, a volto scoperto e armato di pistola, ha minacciato un agente della polizia locale Antonio S. e, una volta all’interno dell’ufficio si è fatto aprire la cassaforte dalla quale ha sottratto 350 carte d’identità in bianco e circa quattromila euro in contanti. Non contento del bottino, le carte d’identità in bianco soprattutto sono «denaro contante» nel mondo della criminalità, il bandito prima di uscire ha nuovamente minacciato il vigile urbano e si è fatto consegnare la pistola d’ordinanza.