Rapina a mano armata con colpo di pistola Bottino? Panino e birra

Prima è entrato in un call center - in via MacMahon - probabilmente per cercare di farsi dare l’incasso, poi quando i titolari egiziani sono riusciti a scappare è entrato in un kebab e urlando ha minacciato: «Sparo a chiunque non mi dia quello che voglio!». Cioè un panino e una birra. Quindi ha comunque esploso un colpo di pistola nel locale e uno verso l’uscita nonostante la sua richiesta fosse stata esaudita. È stato arrestato, quasi in tempo reale, dagli investigatori del commissariato Sempione. L’episodio si è verificato mercoledì. Sul posto è intervenuta rapidamente una volante: gli agenti sono riusciti a bloccare Mohsen Hattabi, 41 anni, tunisino, nonostante il nordafricano puntasse verso di loro l’arma. L’immigrato, che ha una lunga sfilza di precedenti, era uscito di prigione lo scorso agosto. La pistola, una calibro 7,35, aveva la matricola abrasa. L’extracomunitario, irregolare, era in stato di forte alterazione psichica e, forse, sotto l’effetto di stupefacenti.