Rapina notturna in una farmacia Sequestro lampo per il commesso

Rapina in una farmacia con sequestro di persona. Ieri sera, poco dopo le 20 nel retro della farmacia di viale Ungheria 4, la titolare e un suo impiegato sono stati assaliti da due balordi mentre stavano chiudendo. I malviventi li hanno obbligati a rientrare nel negozio, per poi chiuderle nel bagno. Dopo aver messo a soqquadro i locali e non avere trovato soldi da rubare, i banditi hanno allora «liberato» farmacista e commesso, li hanno minacciati e costretti a tirar fuori e a consegnare l’incasso della giornata e quello di sabato scorso: circa 4mila euro. Poi la fuga con il bottino, i contanti dei portafogli delle vittime e i loro cellulari. I banditi hanno obbligato il commesso a seguirli. Un «breve» viaggio nella notte; e il giovane si è anche ritrovato chiuso nel bagagliaio della vettura, dopo essere stato spogliato dei suoi vestiti. Liberatosi, ha scoperto di essere in una cava: inutile il tentativo di mettere in moto la macchina, i cavi elettrici erano tagliati. A piedi, impaurito e infreddolito il giovane ha camminato fino al primo paese che ha trovato: Robbiano. È stato soccorso in un bar, dove intorno alle 22.30 sono stati chiamati i carabinieri.