Rapina in villa a Recanati:il proprietario sparae uccide il ladro albanese

Il proprietario di una villa nelle campagne di Recanati ha sparato ai ladri che stavano entrando in casa. I tre malvivventi avevano già svaligiato un'altra abitazione

Dormiva quando è stato svegliato da un rumore sospetto. E' stato all'ora che il proprietario di una villetta isolata nelle campagne di Recanati (in provincia di Macerata) ha preso la sua Smith & Wesson, regolarmente detenuta, ed è sceso per verificare cosa stava succedendo. Vedendo degli armeggiamenti vicino alla finestra ha sparato un colpo colpendo alla testa un albanese, il 27enne Marsel Myfatari che è morto qualche ora dopo.

Il rapinatore stava cercando di introdursi nella sua abitazione in Contrada Ricciola. E non appena il proprietario ha visto l'ombra del malvivente muoversi dietro alla finestra ha fatto fuoco. Marsel Myfatari, da poco in Italia e senza precedenti, era con altre due o tre persone, che avevano messo a segno già un furto poco prima nella villa principale di una tenuta. "Qui - spiegano - avevano spaccato una finestra e avevano trafugato quadri e oggetti di valore per un valore di decine di migliaia di euro". Subito dopo la banda aveva preso di mira la dependance dove abita il libero professionista che poi ha sparato. L’uomo non avrebbe preso la mira, ma esploso un colpo di pistola nella direzione da cui venivano dei rumori sospetti. Myfatari, colpito alla regione occipitale, è stato soccorso dal 118 e trasportato all’ospedale regionale di Torrette di Ancona, dove è morto intorno alle tre di stamane. A dare l’allarme è stato lo stesso professionista, che ora è indagato a piede libero.