Rapinano anziana ma il portafogli è vuoto Per rabbia la prendono a calci e a sputi

Un’aggressione brutale e selvaggia ai danni di una settantottenne che stava rientrando a casa. Poi, per la stizza di aver trovato il portafogli vuoto, sono arrivati anche gli sputi e i calci. È successo giovedì a Sesto San Giovanni. Era ora di pranzo quando la vittima stava rincasando nella sua abitazione in via 24 maggio. Due giovani rumeni di 25 e 16 anni l’hanno notata e seguita nell’androne di casa.
Da quel momento tutto ciò che i due hanno fatto è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza installate nello stabile. Una scena di violenza agghiacciante: i rapinatori prima hanno spinto l’anziana, poi hanno iniziato a prenderla a pugni fino a farla cadere a terra. A quel punto le hanno strappato dal dito un anello e hanno preso il portafogli, ma al suo interno non hanno trovato ciò che speravano.
Il gioiello deve essere sembrato ai due rumeni un bottino troppo magro e mentre la signora era ancora distesa sul pavimento e non riusciva ad alzarsi, si sono arrabbiati ancor di più sputandole addosso e prendendola a calci.
Proprio grazie alle telecamere che hanno ripreso la terribile scena i poliziotti sono riusciti a risalire ai due rumeni nel giro di poche ore. La volante li ha trovati nel parcheggio di un supermercato in via Marx mentre medicavano una terza persona. I due - un venticinquenne e un minorenne che vive a Milano - sono stati fermati e riconosciuti dalla vittima che è stata accompagnata in ospedale con una prognosi di cinque giorni.
Sono in corso accertamenti perché sembra che la coppia di rapinatori abbia commesso anche altri reati nella zona. L’anello rubato all’anziana nel frattempo è sparito: i due malviventi sostengono di averlo venduto subito dopo l’aggressione a un negozio che compra oro, ma ancora non è saltato fuori.