Rapinano coetanei Tre adolescenti finiscono in cella

Ancora bullismo e baby gang. Tre minorenni - un 14enne, un 15enne italiani e il loro «capetto», un ragazzino di 16 anni di origine peruviana, ma nato in Italia - sono stati bloccati alla Barona e portati al carcere minorile dai carabinieri della compagnia di Porta Magenta dopo che avevano rapinato due coetanei. Minacciati con un coltello a serramanico di grosse dimensioni in piazza Carrara, martedì pomeriggio le due vittime erano state costrette a consegnare una bicicletta, un telefonino e un giubbotto. Giunti a casa i tre hanno raccontato l’accaduto ai genitori che, a loro volta, hanno subito sporto denuncia. E, nel giro di qualche ora, i militari hanno trovato il giovane peruviano e la sua gang, con tutta la refurtiva.