Rapinano tabaccaia Tra i banditi anche una ragazza incinta

Rapina in una tabaccheria del Cremonese, ieri, a Motta Baluffi. La proprietaria, una donna di settantaquattro anni, è stata aggredita, picchiata e tramortita con pugni al volto da tre balordi che hanno agito a volto scoperto, portando via 400 euro in contanti, 52 schede telefoniche e diverse stecche di sigarette, il tutto per un valore di 1.300 euro. Ma la loro fuga è durata poco. Gli ingenui e violenti rapinatori, grazie alla descrizione della vittima, sono stati infatti identificati dai carabinieri di San Daniele che li hanno raggiunti poco dopo nell’abitazione di uno di loro e arrestati proprio mentre si spartivano il bottino: si tratta di un ventenne pregiudicato, un minorenne di sedici anni e una ragazza di 18 anni al settimo mese di gravidanza. La refurtiva è stata interamente recuperata.