Rapinata in casa dall’amico della colf

Rapinata nella sua abitazione da uno straniero che, con tutta probabilità, è stato fatto entrare di nascosto dalla domestica ucraina, poi è scappata con lui. Giovanna C., 53 anni, è stata aggredita ieri verso le 9 in via Brigatti da un uomo armato di taglierino. Lo straniero le ha fatto aprire una cassaforte a muro, dove c’erano 11mila euro, e a consegnare i gioielli. Quindi l’ha legata a una sedia, tramortita con un pugno ed è infine fuggito insieme alla cameriera.